Impianti di condizionamento: gli ecobonus del 2018

 

Igloo

Nell'igloo di Fred puoi trovare anche

 

Agevolazioni fiscali per acquistare un condizionatore o una pompa di calore

 

 

 

 

Installare - Vantaggi - Risparmio energetico - Consumi - Alta efficienza - Tariffe elettriche - Pagamento

 

 

 

 

 

 

 

 

split

 

 

 

 

Nel 2018 tutti coloro che acquisteranno un nuovo condizionatore per la propria abitazione o sostituiranno il vecchio impianto di condizionamento potranno godere di notevoli agevolazioni fiscali. Vediamo insieme in cosa consistono i bonus condizionatori per il 2018

Installare un impianto di condizionamento nella propria casa rappresenta un notevole vantaggio per tutte quelle persone che soffrono particolarmente la fastidiosa afa estiva o le basse temperature invernali. Spesso, però, collegare un sistema di climatizzazione comporta notevoli spese tra l’acquisto di accessori e l’assistenza di qualificati professionisti ed è per questo che con la Legge di Bilancio del 2018 è stata confermata tutta quella serie di bonus e di agevolazioni fiscali che comportano rilevanti vantaggi per tutte le persone che decidono di dotarsi di queste utilissime macchine domestiche.

 

Impianto di condizionamento: quali sono i bonus del 2018?

 

Come dicevamo, anche nel 2018 l’acquisto di un condizionatore o di una pompa di calore è particolarmente vantaggioso e va a toccare quattro punti principali:
1. Detrazione del 50% sulle ristrutturazioni edilizie: l’installazione di un nuovo impianto a pompa di calore mirato al risparmio energetico, anche se non ad alta efficienza, dà la possibilità di risparmiare il 50% e permette di godere di un ulteriore riduzione dell’IVA del 10%
2. Bonus condizionatori senza ristrutturazione edilizia: in assenza di una ristrutturazione edilizia è possibile fruire ugualmente di agevolazione fiscale ma soltanto nel caso di una sostituzione del vecchio climatizzatore con un nuovo impianto a pompa di calore e ad alta efficienza energetica. Un caso speciale che prevede una detrazione del 65% per un massimo di spesa di €46154.
3. Bonus climatizzatori a risparmio energetico: in caso di sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente con un nuovo impianto di riscaldamento si ha diritto a una riduzione del 65% nell’acquisto di condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza. Questo bonus è usufruibile e garantito per abitazioni private, pubblici esercizi e uffici.
4. Bonus condizionatori e mobili in caso di ristrutturazione straordinaria: nel caso di una ristrutturazione privata straordinaria e con l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici A+ (climatizzatori compresi) è possibile avere una detrazione fiscale del 50%.

 

Queste quattro tipologie di bonus puntano a incentivare l’installazione di impianti di condizionamento soprattutto presso abitazioni private a patto che i proprietari puntino fortemente al risparmio energetico. A confermare ciò, a seguito della definizione del condizionatore come bene significativo, è prevista un IVA agevolata al 10% e non al 22%.

 

Particolare attenzione ai consumi degli impianti di condizionamento

 

Con la Legge di Stabilità del 2018 e la successiva riconferma degli ecobonus si pone particolare attenzione ai consumi energetici: un occhio di riguardo viene posto verso questo argomento con una spinta decisiva verso l'installazione di impianti di condizionamento ad alta efficienza. Specialmente d’estate i consumi derivanti dal funzionamento del condizionamento salgono decisamente, per questo motivo dal 1 gennaio 2018 è stata istituita una riforma delle tariffe elettriche. Cosa significa? Questa riforma prevede la cancellazione della progressività della tariffa, infatti, mentre prima aumentava il costo del KWh con il crescere dei consumi, ora ogni consumatore pagherà ogni KWh in base a quanto stabilito dal contratto stipulato con la compagnia. Una vera manna dal cielo per chi, in caso di acquisto di una pompa di calore più grande, vuole adattare i propri consumi senza subire maggiori consumi in bolletta.

 

Come pagare il nuovo impianto di condizionamento?

 

Al fine di usufruire positivamente degli ecobonus 2018 con relativa spesa detraibile dalla dichiarazione dei redditi è bene sapere che è necessario effettuare l’acquisto o la sostituzione di un impianto di condizionamento o di un nuovo climatizzatore seguendo precise modalità di pagamento, in particolare:
- Attraverso bonifico bancario ordinario o bonifico postale
- Attraverso bonifico bancario parlante, nel quale indicare la
  causale del bonifico, il codice fiscale del beneficiario della
  detrazione e partita Iva del rivenditore o del professionista a cui
  si fa riferimento. È doveroso sapere che in questo tipo di
  bonifici vi è una ritenuta d’acconto pari all’8%.
- Attraverso un pagamento via carta di credito o carta di debito.

 

 

 

         
                                                                   
  Visite pagina 2018 391 2019 706 2020 961 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028 2029 2030 2031 2032 2033