Decreto Presidente Giunta Provinciale Bolzano n.25 del 31 luglio 1997

Autorizzazione del profilo professionale del frigorista


esclamativo

www.interfred.it declina ogni responsabilità per eventuali inesattezze od omissioni presenti nel testo del presente decreto


(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige n. 39 del 26 agosto 1997)

Il Presidente della Giunta Provinciale

Vista la deliberazione della Giunta provinciale del 7 luglio 1997, n. 3172

EMANA il seguente regolamento:

Art. I - Aggiunta delle disposizioni relative al profilo professionale del frigorista:
I. Dopo il numero 2.15 dell'allegato al decreto del Presidente della Giunta provinciale 19 settembre 1991, n. 21, relativo ai profili professionali delle attività artigiane, è inserito il seguente numero 2.16.:
2.16. Profilo professionale del frigorista
a) Campo di attività
I. Progettazione e costruzione di impianti frigoriferi governati da dispositivi meccanici e/o elettronici, di elementi e componenti d'arredo termoisolanti e refrigeranti (pannelli isolanti, mobili refrigeranti, ecc.), -accessori compresi- destinati alla refrigerazione, alla conservazione, all'immagazzinaggio e al trasporto di merci sensibili al caldo, alla produzione di ghiaccio e gelati in particolare nelle varianti: ad uso industriale, commerciale, agricolo, nonché per il settore della gastronomia, dei trasporti e per le infrastrutture sportive.
2. Progettazione e costruzione di apparecchi per la produzione del freddo artificiale, con particolare riguardo ai processi produttivi e tecnologici, al fabbisogno ospedaliero, dei laboratori di analisi e di quelli chimici, comprese le relative tubazioni per l'adduzione dei termovettori e dei refrigeranti (ad esempio acqua, soluzioni refrigeranti, olio). Progettazione e costruzione di apparecchiature e congegni per pompe di calore, impianti per il recupero di calore e di condizionamento.
3. Progettazione e costruzione di pompe di calore, impianti di condizionamento, condizionatori per autoveicoli e relativi accessori, impianti di deumidificazione completi di tutti i necessari dispositivi di sicurezza, controllo e regolazione.
4. Progettazione e costruzione, di impianti per il recupero di calore per tutti i gas frigorigeni e soluzioni; controllo periodico degli impianti e degli apparecchi frigoriferi.
5. Progettazione e costruzione di impianti di condizionamento split con tubazioni precaricate e non, di banchi attrezzati per la conservazione refrigerata delle bevande. Progettazione e costruzione di impianti elettrotecnici, di supervisione, governo, controllo e misurazione per gli impianti di misurazione per gli impianti frigoriferi e di condizionamento.
6. Messa in funzione, manutenzione e riparazione di impianti frigoriferi di tutti i tipi, di impianti di condizionamento, condizionatori per autoveicoli e pompe di calore; smaltimento di apparecchi per la produzione del freddo, mobili refrigeranti, impianti frigoriferi, gas frigoriferi e termovettori.
7. Messa fuori funzione e smontaggio di impianti frigoriferi ed apparecchi per la produzione del freddo, compresi i relativi accessori, recupero e ritiro dei refrigeranti, oli esausti, termovettori e materiali isolanti contenuti nei suddetti impianti.  Per parti elettriche si intendono solo quelle in dotazione agli impianti. Per quanto riguarda la loro alimentazione, i cavi dovranno venire posati dall'elettricista, dalla rete fino al punto di consegna concordato, messa a terra e dispositivi di sicurezza inclusi.
b) Tecniche professionali
1. Esecuzione e interpretazione di schizzi, disegni, schemi funzionali, schemi elettrici e di principio.
2. Lavorazione di acciai, metalli non ferrosi e materie plastiche con o senza asportazione di trucioli.
3. Posa, lavorazione, approntamento e fissaggio di condutture e canalette per tutti i tipi di impianti contenenti refrigeranti e termovettori.
4. Misurazioni e controlli effettuati con l'ausilio di strumenti di misurazione e controllo meccanici, elettrici ed elettronici.
5. Riparazione, manutenzione, pulizia, individuazione ed eliminazione dei guasti e difetti.
6. Tecniche dì giunzione mediante vita tasselli, cunei rivetti, collante, brasatura dolce, brasatura forte, saldatura autogena e saldatura elettrica ad arco.
7. Finiture superficiali, trattamenti anticorrosivi ed isolanti.
8. Assemblaggio di tutti i componenti di un unico impianto tecnico-ecologico
9. Montaggio e smontaggio di impianti frigoriferi, pannelli isolanti, mobili refrigeranti, impianti per il recupero del calore, impianti deumidificanti, apparecchi singoli, gruppi e componenti.
10. Messa in funzione mediante pulizia, svuotamento, rifornimento, controllo, regolazione e registrazione; messa fuori servizio, smontaggio e smaltimento.
11. Manutenzione e riparazione degli attrezzi, dispositivi utensili, macchinari e di quant'altro in dotazione all'officina.
12. Costruzione e montaggio di dispositivi di regolazione e di allarme acustici e ottici governati da sistemi elettronici per il controllo dei cicli frigoriferi, dei gas frigorigeni, di soluzioni, dei mobili refrigeranti e degli impianti frigoriferi, nel rispetto delle norme concernenti la tutela dell'ambiente.
13. Posa e allacciamento di cavi elettrici, costruzione di quadri di comando per gli impianti frigoriferi di propria produzione.
14. Allestimenti dei ponteggi.
c) Cognizioni professionali:
1. Tecniche di produzione del freddo con particolare riguardo ai metodi di produzione, razionali, che consentono il contenimento del consumo di energia,
2. Termodinamica, fluidodinamica, processi ciclici.
3. Meccanica, macchine e loro componenti.
4. Tecniche di isolamento termico ed acustico, isolamento dell’acqua di condensa e delle vibrazioni.
5. Elettronica ed elettrotecnica.
6. Tecniche di misurazione, comando, governo e regolazione; utilizzo dei relativi dispositivi.
7. Funzionamento degli impianti frigoriferi e degli apparecchi per la produzione del freddo.
8. Dimensionamento degli impianti frigoriferi, dei singoli apparecchi, di gruppi e componenti, delle tubature; fabbisogno frigorifero e di ventilazione, proprietà termoigrometriche dell'aria.
9. Materie prime, ausiliarie e di consumo.
10. Norme antinfortunistiche, sicurezza sul posto di lavoro, tutela del lavoro; norme in materia di tutela ambientale e smaltimento.
11. Regole della buona tecnica, relative alla costruzione degli impianti frigoriferi col particolare rife­rimento al contenimento dei consumi energetici.
12. Calcolo professionale.
13. Progettazione, dimensionamento, disegno e assemblaggio di tutti i componenti e dispositivi occorrenti per l'approntamento e la messa in funzione di un impianto ecologico, predisposto per il basso consumo energetico.
14. Norme e disposizioni concernenti le installazioni elettriche.
15. Norme e disposizioni concernenti le installazioni idriche.
16. Disposizioni concernenti l'impiego di gas refrigeranti, soluzioni e termovettori, con particolare riferimento alla normativa UE.
17. Criteri da rispettare nella costruzione degli impianti frigoriferi e di condizionamento, con particolare riferimento ai requisiti ambientali, igienici, fisici e chimici.

Il presente decreto sarà pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare

Bolzano, 31 luglio 1997
DURNWALDER
Registrato alla Corte dei conti l'8 agosto 1997 Registro n.6. foglio n. 65

© www.interfred.it - Internet del freddo - Tutti i diritti riservati
Vietata ogni riproduzione, anche parziale, se non autorizzata

W3C
Decreto Presidente Giunta Provinciale Bolzano n.25 del 31 luglio 1997
ID pagina: 464 - A165
Data creazione: 18/06/2007
Ultimo aggiornamento: -
Visite
odierne: 1
anno: 248
totali: 10354