Classificazione ATP per i mezzi di trasporto

Le sigle che identificano le categorie dei veicoli per il trasporto delle derrate alimentari

IN - IR - FNA - FNAX - FRA - FRAX - FRB - FRBX - FRC - FRCX - RRC


L'ATP (Accord Transports Perissable) è un accordo internazionale siglato a Ginevra l'1 settembre 1970 e ratificato dal Parlamento italiano mediante la legge n.264 del 2 maggio 1977.
Le proposte di aggiornamento dell'Accordo vengono coordinate da un apposito comitato dell'ONU che provvede, in caso di ratifica, a notificarle in maniera opportuna a tutte le nazioni.

Come avviene la classificazione

La classificazione ATP, per gli autoveicoli adibiti al trasporto di derrate alimentari, avviene in base a delle specifiche relazioni matematiche che correlano il coefficiente di isolamento termico della struttura isolata con la potenza dell'impianto frigorifero utilizzato per il mantenimento delle basse temperature.

Classi di riconoscimento ATP

Le sigle di riconoscimento definiscono in maniera ben precisa le caratteristiche della struttura frigorifera entro cui vanno trasportate le derrate alimentari. Il Decreto n.493/95 definisce le classi e le sigle di riconoscimento dei mezzi di trasporto adibiti al trasporto degli alimenti surgelati.
Sull’attestato internazionale o nazionale di detti mezzi deve essere indicata una delle seguenti classi: > FRC, FRF, RRC, per l’attestato internazionale; > FRC, FRF, RRC, CORRC, COFRC, COFRF per l’attestato nazionale.

Sigle di riconoscimento ATP

Le classi definite dalla normativa ATP sono identificate dalle seguenti sigle (il coefficiente di trasmissione k si intende espresso in W/m2 K):

> IN: struttura isotermica normale non refrigerata (0,4<k<0,7);

> IR: struttura isotermica rinforzata non refrigerata (k<0,4);

> FNA: struttura isotermica normale e refrigerata con unità frigorifera autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di 0 °C per il trasporto di prodotti alimentari freschi;

> FNAX: struttura isotermica normale e refrigerata con unità frigorifera non autonoma per il raggiungimento di una temperatura minima di 0°C (prodotti alimentari freschi);

> FRA: struttura isotermica rinforzata e refrigerata con unità frigorifera autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di 0 °C per il trasporto di prodotti alimentari freschi;

> FRAX: struttura isotermica rinforzata e refrigerata con unità frigorifera non autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di 0 °C per il trasporto di prodotti alimentari freschi;

> FRB: struttura isotermica rinforzata e refrigerata con unità frigorifera autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di -10 °C per il trasporto di prodotti alimentari congelati;

> FRBX: struttura isotermica rinforzata e refrigerata con unità frigorifera non autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di -10 °C per il trasporto di prodotti alimentari congelati;

> FRC: struttura isotermica rinforzata e refrigerata con unità frigorifera autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di -20 °C per il trasporto di prodotti alimentari surgelati;

> FRCX: struttura isotermica rinforzata e refrigerata con unità frigorifera non autonoma per l'ottenimento di una temperatura minima di -20 °C per il trasporto di prodotti alimentari surgelati;

> RRC: struttura isotermica dotata di piastre eutettiche per trasporti di alimenti deperibili a cui necessita l'ausilio del frigo; il veicolo è omologato al trasporto di alimenti fino ad una temperatura di -20°C e oltre;

© www.interfred.it - Internet del freddo - Tutti i diritti riservati
Vietata ogni riproduzione, anche parziale, se non autorizzata

W3C
Classificazione ATP per i mezzi di trasporto
ID pagina: 228 - A068
Data creazione: 12/01/2002
Ultimo aggiornamento: 03/03/2011
Visite
odierne: 5
anno: 3966
totali: 18726