Giornale del Freddo

Sbrinamento elettrico dell'evaporatore

 

Nell'igloo di Fred puoi trovare anche

 
   
     
 

sbrinamento -  brina - elettrico - resistenza - temperatura - cicli - termostato - impianto - frigorifero

 
     

La quantità di brina che si forma sull'evaporatore dipende anche dall'umidità dell'aria che viene raffreddata. Quest'ultima non può non risentire delle caratteristiche dell'aria ambiente che si infiltra, ad esempio, ad ogni apertura delle porte dell'impianto e della quantità e della tipologia di derrate che vengono conservate. Essendo tutti questi dei parametri variabili nel tempo, è ovvio pensare che anche la quantità di brina che si deposita sull'evaporatore possa variare nel tempo.

Non è possibile determinare, quindi, un intervallo di sbrinamento ottimale per tutte le situazioni possibili. Il frigorista deve, allora, intervenire per cercare di compensare gli squilibri che si verificano.

Nel caso lo sbrinamento elettrico sia gestito da un timer, è possibile agire sulla frequenza dei cicli di sbrinamento e sulla loro durata, in modo che nella maggioranza dei cicli lo sbrinamento porti ad una completa pulizia dell'evaporatore. Se il sistema non permette di agire sulla frequenza dei cicli e/o sulla durata e si nota che, a causa delle particolari condizioni di lavoro dell'impianto, l'evaporatore non viene sbrinato completamente, si può pensare di sostituire la resistenza con una di potenza maggiore.

Data la relazione che lega potenza, resistenza e intensità di corrente, questo implica sostituire la resistenza di sbrinamento con una resistenza caratterizzata da meno ohm. In questo caso si deve porre attenzione al fatto che la potenza non aumenta in maniera proporzionale alla diminuzione della resistenza. 

Se si forma poca brina, l'evaporatore tende ad essere pulito in breve tempo, prima che il ciclo di sbrinamento gestito dal timer sia concluso. Una volta che tutto il ghiaccio si è sciolto, il calore prodotto dalla resistenza non viene più utilizzato per il cambiamento di stato e quindi porta al rapido innalzamento della temperatura dell'evaporatore, che sale sopra i 0 °C. Questo porta ad una duplice conseguenza: la temperatura dell'aria interna della cella comincia ad aumentare eccessivamente mentre la resistenza di sbrinamento stessa va incontro ad un surriscaldamento eccessivo, venendo a mancare la principale fonte che ne permetteva il suo raffreddamento.

Se l'alimentazione elettrica non viene tempestivamente interrotta la resistenza può diventare incandescente e bruciarsi. Generalmente quando questo succede non si ha la percezione immediata dell'evento. Ma con l'andare del tempo, venendo a saltare le programmate fasi di sbrinamento, ben presto l'evaporatore si ricopre di uno spesso strato di ghiaccio, causando problemi al funzionamento dell'impianto.

Pare evidente che in caso di scioglimento veloce dello strato di brina, lo sbrinamento debba essere opportunamente arrestato, per evitare problemi di temperatura all'interno della cella e problemi di integrità alla resistenza di sbrinamento. Per questo è necessario impiegare un termostato di fine sbrinamento, in grado di interrompere comunque il ciclo di sbrinamento quando la temperatura dell'evaporatore risale al di sopra di un certo valore (ad esempio 5 °C).

Risulta altresì necessario impiegare un termostato di sicurezza, che apre il circuito elettrico di alimentazione della resistenza quando essa comincia a surriscaldarsi eccessivamente o quando il suo assorbimento di corrente è troppo alto.

Un esempio di come può presentarsi l'impianto elettrico di un sistema di sbrinamento elettrico gestito da un timer è riportato nella figura sottostante

 
 



 

 

 

© www.interfred.it - Il portale del freddo - Tutti i diritti riservati

Sbrinamento elettrico dell'evaporatore

Ultimo accesso: 03/08/2020 ore 15:21:32

Vietata ogni riproduzione, anche parziale, se non autorizzata

ID pagina: 213 - I056

Visite odierne:

 

 

Data creazione: 12/10/2005

Visite totali: 29298

Ultimo aggiornamento: -

                                                     
 

Visite pagina

2005

472

2006

6328

2007

11837

2008

16283

2009

18966

2010

19457

2011

20048

2012

21096

2013

 

2014

 

2015

2016