Energia termica

 

Nell'igloo di Fred puoi trovare anche

 
   
     
 

energia - termica - calore - temperatura

 
     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Legami tra le molecole in un solido

 

 

 

 

 

  Legami tra le molecole in un gas

 

Il calore è la modalità con cui due corpi possono scambiarsi energia termica.

Riscaldando un gas a volume costante, aumenta l'energia cinetica media delle particelle che lo compongono, che così incrementano la pressione sulle pareti del recipiente che le contiene. Il gas ha acquisito energia potenziale, a livello macroscopico, ed è così in grado, eventualmente, di espandersi e poter compiere un lavoro.

L'energia potenziale acquisita dal gas è dovuta all'energia termica somministratagli.

Nel caso il gas possa espandersi, compie un lavoro e così consuma parte dell'energia che ha acquisito.

L'acquisizione di energia termica da parte del gas viene confermata dal fatto che il gas aumenta la sua temperatura.

Se si fa passare corrente nella resistenza di uno scaldabagno, l'acqua si riscalda. Anche in questo caso si ha una trasformazione di energia:dalla forma elettrica alla forma termica.

Il consumo dell'energia elettrica servita per alimentare la resistenza può essere misurato da un contatore, l'energia termica acquistata dall'acqua da un termometro che registra l'aumento di temperatura.

In ambedue gli esempi, l'aumento di temperatura testimonia l'acquisizione di energia termica da parte delle sostanze.

Tutte le sostanze sono composte da molecole.
Tali particelle sono legate tra loro da forze intramolecolari di intensità più o meno grande.

Nei solidi le molecole non sono immobili nello spazio, ma oscillano attorno ad una loro posizione di equilibrio. Esse sono, quindi, in continua agitazione.

Tuttavia dei legami abbastanza forti le tengono unite tra loro, cosicché la loro struttura risulta indeformabile: infatti tutti i solidi hanno una forma ed un volume propri.

L'oscillazione delle molecole è di ampiezza più o meno grande a seconda della quantità di energia termica che un corpo possiede.
Per temperature elevate le oscillazioni sono più ampie, mentre a temperature inferiori corrispondono oscillazioni più ridotte.

Questo fatto spiega come la resistenza elettrica delle sostanze aumenti al crescere della temperatura: a temperature maggiori corrispondono oscillazioni di ampiezza maggiore delle molecole (o degli atomi) per cui le cariche responsabili della conduzione elettrica incontrano maggiore difficoltà nell'attraversare il materiale.

Nei liquidi le molecole sono legate tra loro da forze più deboli e per tale ragione un liquido non possiede una forma propria.

Nei gas le molecole godono di un'estrema libertà di movimento. Esse si muovono in modo molto caotico e casuale in maniera tanto maggiore quanto più è alta la temperatura del gas.

L'energia cinetica associata alle oscillazioni o al movimento di tali molecole e l'energia potenziale dovuta alla loro posizione reciproca costituiscono l'energia interna del corpo.

Tale energia è indipendente dal fatto che il corpo, di cui le molecole sono il costituente fondamentale, sia nel suo complesso fermo o in movimento.

 

 

 

© www.interfred.it - Il portale del freddo - Tutti i diritti riservati

Energia termica

Ultimo accesso 01/12/2020 ore 18:54:49

Vietata ogni riproduzione, anche parziale, se non autorizzata

ID pagina: 249- S038 

Visite odierne:

 

 

Data creazione: 22/01/2002

Visite totali: 13217

Ultimo aggiornamento: 18/11/2003

                                                     
 

Visite pagina

2002

638

2003

1382

2004

2008

2005

2773

2006

3352

2007

4138

2008

4811

2009

5429

2010

5934

2011

6863

2012

7732

2013