Manutenzione e pulizia del frigorifero

Consigli per un corretto uso

Prodotti - Come fare - Migliore funzionamento - Diminuzione consumi


Una costante e periodica opera di manutenzione e pulizia permette di far funzionare il frigorifero nelle condizioni migliori e di conservare nel modo più idoneo i cibi.

Consiglio 1: pulizia del vano interno

Pulire il vano frigorifero con una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato di sodio che deterge ed igienizza.
In alternativa si può usare una soluzione di acqua e aceto bianco che in più aiuta a sgrassare e permette di togliere le macchie presenti sul rivestimenti interno del frigo.
Anche il limone è adatto alla pulizia. Usare un panno in microfibra bagnato con acqua e limone per donare brillantezza alle superfici.
Per ottenere ottimi risultati si possono usare tutti e tre i prodotti insieme mescolati con acqua e cospargendoli sulle pareti interne del frigo mediante uno spruzzino. Sfregare anche più volte, se necessario, e poi asciugare con cura.
Se le macchie gialle del rivestimento non scompaiono si può provare con il dentifricio. Sfregare delicatamente il dentifricio con una spugna umida sulle zone interessate compiendo piccoli movimenti circolari. Al termine togliere con una spugna umida i residui di dentifricio eventualmente rimasti.
Come rimedio estremo, da ultimo, la candeggina. Inumidire le parti ingiallite con della candeggina che va lasciata agire per 3-4 ore. Al termine pulire la superficie con un panno umido.
Evitare per quanto possibile di usare detersivi o sostanze abrasive.

Oltre alle pareti, pulire accuratamente i ripiani in vetro o le griglie che fungono da ripiani: frequentemente riportano tracce di muffa, soprattutto negli angoli più nascosti.

Controllare la pulizia del convogliatore d'acqua e del tubicino che permette lo scarico verso l'esterno dell'acqua di sbrinamento.

Consiglio 2: le guarnizioni

Le guarnizioni del frigo vanno sempre mantenute morbide ed in buono stato: solo così possono impedire infiltrazioni di calore all'interno del frigo.
Per mantenerle pulite si possono strofinare con uno spazzolino da denti e usando un po' di dentifricio. La pulizia e l'eliminazione della muffa si può fare anche usando candeggina la quale, però, al termine va rimossa con cura dalle guarnizioni perchè altrimenti tende ad indurirle e a corroderle.
Per mantenerle morbide si può usare la paraffina liquida, da spennellare con cura, oppure il talco che però rischia di formare una poltiglia se le guarnizioni tendono ad essere umide. Anche un po' di olio da cospargere con uno straccetto può servire allo scopo.

Consiglio 3: eliminare cattivi odori

Per eliminare i cattivi odori ci sono vari rimedi naturali.
Il primo prevede l'uso dei fondi di caffè, raccolti in un contenitore e collocato dentro al frigorifero.
Il secondo l'uso del limone. Tagliare una fetta di limone, avvolgerla in foglie di erbe aromatiche (ad esempio menta o basilico) e rimettere la fetta nel limone, come se fosse integro, usando uno stuzzicadente per fissare la fetta al limone intero. Mettere il tutto all’interno del frigorifero. Il limone garantisce il diffondersi di un odore fresco, catturando gli odori sgradevoli.
Il terzo metodo prevede l'uso di aceto rosso. Passare una spugna imbevuta di aceto rosso sulle pareti interne e sui ripiani del frigo. Poi, per evitare che si formino nuovamente cattivi odori è sufficiente posizionare una contenitore di vetro, con alcuni cucchiai di bicarbonato, su uno dei ripiani.

Consiglio 4: pulizia griglia esterna

Pulire periodicamente dalla polvere la superficie esterna del condensatore che si trova sul retro del frigo, esternamente. Si ridurranno i consumi di energia elettrica e si prolunga la vita del motore elettrico.

Pulizia condensatore

Per la pulizia si può usare un panno umido oppure un aspirapolvere. L'importante è cercare di togliere meglio possibile quello strato di polvere che con il tempo si deposita sulla griglia. Il lavoro richiede molta pazienza dato che non è agevole riuscire ad arrivare in tutti i punti della griglia, data la sua particolare conformazione.

Consiglio 5: sbrinamento

Un eccessivo accumulo di brina fa aumentare i consumi elettrici e riduce il volume interno disponibile per la conservazione dei cibi.
In un frigorifero a 2 temperature sbrinare regolarmente il vano congelatore, che solitamente si trova nella parte superiore del frigorifero.
Per togliere la brina è sufficiente usare una spugna imbevuta di acqua calda oppure porre una bacinella d'acqua calda dentro il vano, lasciando la porta del frigorifero chiusa.
Non usare mai coltelli o lame per staccare il ghiaccio dalle pareti.
Durante lo sbrinamento avvolgere i cibi congelati con un foglio di giornale e porli in un luogo fresco.
Ricordarsi che i cibi congelati, in seguito all'aumento di temperatura che subiscono durante la fase di sbrinamento, potrebbero non essere più idonei alla conservazione per i tempi normalmente stabiliti.

© www.interfred.it - Internet del freddo - Tutti i diritti riservati
Vietata ogni riproduzione, anche parziale, se non autorizzata

W3C
Manutenzione e pulizia del frigorifero
ID pagina: 258 - C041
Data creazione: 13/02/2002
Ultimo aggiornamento: 31/07/2018
occhio
odierne: 1
anno: 1419
totali: 28479

+25k