Il gas migliore per il climatizzatore e il condizionatore

Sarà l'R32 il gas del futuro?

Aumento prezzi - Eliminazione R410A - Leggera infiammabilità


Il mercato dei climatizzatori e condizionatori split residenziali e piccolo commerciali sta vivendo una fase di cambiamento legata alla scelta che molti produttori hanno fatto di passare all'uso del refrigerante R32 al posto dell' R410A.

I vecchi gas

In passato tutti gli apparecchi funzionavano con il gas R22, il più adatto per i climatizzatori domestici.
Poi, invece, attorno al 2000 il problema del buco dell'ozono ha portato alla scelta di nuovi gas, prima l'R407C e poi l'R410A. Ma un nuovo problema ambientale (l'effetto serra) ha costretto ad un nuovo cambiamento.

R32: nuovo refrigerante ecologico?

Anche sotto la spinta dell'UE (che, sulla base di quanto stabilito dal Regolamento Europeo 517 del 2014, dal 2025 proibirà la vendita di nuovi climatizzatori e condizionatori split a R410A), molti costruttori già dal 2017 sono passati all'utilizzo dell'R32, un refrigerante che inquina un terzo di quanto inquina l'R410A. Da qui la scelta. Tuttavia non è ancora certo che esso sarà utilizzato per molto tempo, dato che comunque il suo effetto negativo sull'ambiente rimane ancora alto rispetto ad altre alternative.

R32-R410A

La scelta, però, è obbligata, dato che l'R410A è stato abbandonato da molti costruttori e che il suo prezzo è salito vertiginosamente negli ultimi tempi, dato che se ne produce sempre di meno.

La scelta migliore

Quindi qual'è il gas migliore per il climatizzatore e il condizionatore? Non ci sono molte alternative. Ormai non si può che scegliere l'R32, benchè tra i suoi punti deboli vi sia quello della leggera infiammabilità, fatto nuovo per questa tipologia di apparecchiature domestiche.
Chi possiede un climatizzatore a R22 funzionante può ancora tenerlo senza problemi, purchè non vi sia la necessità di un'aggiunta di gas, operazione che le normative vietano di fare. In tale necessità, quindi, si deve passare ad un nuovo climatizzatore, rottamando quello vecchio. La sostituzione del solo R22 non appare conveniente, dato che la maggior parte dei gas sostitutivi disponibili presenta anch'essa dei problemi di tipo ambientale e quindi anche tali gas si troveranno sul mercato a prezzi sempre più alti.

Stesso discorso per chi ha un climatizzatore a R407C o R410A: se ancora in buono stato, in caso di necessità di aggiunta di nuovo gas deve valutare se è il caso o meno di affrontare la spesa. In caso di poca convenienza conviene passare ad un climatizzatore o condizionatore nuovo a R32.

Il gas del futuro

Chi non ha estrema necessità di sostituire il suo climatizzatore, può ancora aspettare qualche anno, in attesa che compaia sul mercato un gas refrigerante ancora più ecologico dell'R32 o che si affermino alcuni gas recentemente comparsi ma ancora non molto diffusi.
In alcune nazioni extra-europee viene utilizzato il propano. In Italia (e in Europa) il suo utilizzo è ancora limitato dal fatto che esso risulta essere una sostanza infiammabile, essendo un idrocarburo. Però le sue caratteristiche sono molto buone per questo tipo di apparecchiature e quindi, probabilmente, è solo questione di tempo perchè esso si affermi definitivamente.

© www.interfred.it - Internet del freddo - Tutti i diritti riservati
Vietata ogni riproduzione, anche parziale, se non autorizzata

W3C
Il gas migliore per il climatizzatore e il condizionatore
ID pagina: 165 - C019
Data creazione: 15/03/2005
Ultimo aggiornamento: 08/11/2020
occhio
odierne: 1
anno: 1116
totali: 45338

+25k