HFO: i refrigeranti di quarta generazione

Nell'igloo
di Fred puoi
trovare
anche
  Igloo

Ecologici, ma alcuni sono leggermente infiammabili

 

 

 

 

R1233zd - R1234yf - R1234ze - R1243zf

 
     

 

 

 

 

 

 

 

 

  Tipo   Formula
molecolare
  T. evapor.
NBP (°C)
  T. critica
(°C)
 

R-1225ye(Z)

 

CF3CF =CHF

 

-20

 

106,1

 

R-1225ye(E)

 

CF3CF=CHF

 

-15

 

113,6

 

R-1225zc

 

CF3CH =CF2

 

-21,8

 

103,4

 

R-1233zd(E)

 

CF3-CH=CCH

 

18,31

 

165,6

 

R-1234ye(E)

 

CHF2CF=CHF

 

-22

 

106,8

 

R-1234yf

 

CF3CF=CH2

 

-28

 

96,2

 

R-1234ze(Z)

 

CF3CH=CHF

 

+9

 

153,7

 

R-1234ze(E)

 

CF3CH=CHF

 

-19

 

111,3

 

R-1243zf

 

CF3CH=CH2

 

-21,5

 

116,6

 

I refrigeranti HFO (Idro-Fluoro-Olefine) sono una famiglia di refrigeranti derivati dal propano.
Sono composti, come gli HFC, da idrogeno, fluoro e carbonio.

 

In virtù della loro struttura chimica sono sostanze che risultano essere instabili una volta rilasciate in atmosfera e che quindi si decompongono rapidamente. A differenza dei refrigeranti HFC, perciò, non si accumulano in atmosfera e provocano un effetto serra molto basso.
Poichè non contengono cloro non provocano nemmeno danni all' ozono atmosferico.
Per tali ragioni vengono considerati refrigeranti ecologici.

 

 

HFO 1234yf

 

L'R1234yf viene impiegato nei climatizzatori degli autoveicoli dato che in base alle normative europee i nuovi modelli non possono più impiegare l'R134a.
Esso è adatto al retrofit dell'R134a ma richiede modifiche al circuito frigorifero soprattutto per quanto riguarda gli evaporatori.
Ha migliori prestazioni dell'R134a.

 

La sua classe di sicurezza è A2L (leggermente infiammabile) e perciò richiede recuperatori, cercafughe ed altra strumentazione specifica.

 

Ha bassa tossicità e non risulta cancerogeno, anche se non deve essere bruciato.

 

Il suo GWP è inferiore a 1.

 

L'R1234yf ha pressione di vapore molto simile a quella dell'R134a.

 

Richiede un olio di tipo PAG specifico, anche se va d'accordo con gli oli POE.

 

Risulta sensibile alla presenza di acqua/umidità nel circuito e per questo può comportare rischi di guasti.

 

HFO 1234ze

 

L'R1234ze rappresenta un'alternativa sostenibile ai refrigeranti HFC tradizionali sia per i chiller sia per il condizionamento commerciale e residenziale. Inoltre risulta adatto per tutte le applicazioni a media temperatura come pompe di calore, refrigeratori, distributori automatici, essiccatori o impianti in cascata con CO2 per refrigerazione commerciale.

 

Viene usato come componente in alcune miscele zeotrope: R444A (83%), R448A (7%), R450A (59%).

 

L'R1234ze ha una classificazione di sicurezza A2L anche se alle normali temperature ambiente risulta essere difficilmente infiammabile.

 

Ha pressioni di lavoro inferiori alla media degli HFC. Rispetto all'R134a ha una capacità volumetrica inferiore di circa un quarto mentre il COP risulta essere sostanzialmente lo stesso.
Richiede l'uso di olio sintetico POE.

 

L'R1234ze ha un GWP pari a 1 e una vita media atmosferica di circa 18 giorni.

 

HFO 1233zd

 

L' R1233zd ha un GWP di circa 1.

 

Si caratterizza per basse pressioni di lavoro e quindi comporta di lavorare in vuoto.
È destinato alle applicazioni di condizionamento dell'aria industriali, alla climatizzazione degli edifici e al raffreddamento delle acque o dei fluidi intermedi. Vieme impiegato nelle nuove installazioni di grandi potenze dotate di compressori centrifughi in sostituzione del gas R123.

 

Richiede l'uso di olio poliestere (POE).

 

Ha una classificazione di sicurezza A1 e quindi non risulta essere infiammabile.

 

 

 
  Sanzioni
F-gas
  Banca dati
F-gas
  Regolamento
UE 517/2014
  Impianti a CO2
pro & contro
  Norme sui
refrigeranti
  Leggi sui
refrigeranti
  Produttori di
refrigeranti
  Refrigeranti
del futuro

 

 

         
       
                                                     
Visite pagina 2014 166 2015 831 2016 2096 2017 3851 2018 5899 2019 8081 2020 10172 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028